Home Patrimonio culturale: arte e storia
Casa in prima fila - isola di Brac
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita: 349 .000 €
Sup. commerciale: 220 m²
Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Infrastrutture, Parcheggio / garage, Barbecue

Proprietà Croazia Dettagli
Karlobag - fila prima casa al mare
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita: 258 .000 €
Sup. commerciale: 120 m²
Sup. verde priv.: 180 m²
Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Infrastrutture, Parcheggio / garage

Proprietà Croazia Dettagli
Appartamento - Isola di Brac
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita: 155 .000 €
Sup. commerciale: 96 m²
Piscina, Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Infrastrutture

Proprietà Croazia Dettagli
Isola di Brac - fila prima casa al mare
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita: 350 .000 €
Sup. commerciale: 92 m²
Sup. verde priv.: 736 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare, Infrastrutture

Proprietà Croazia Dettagli
Casa prima fila al mare - isola di Brac
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita: 750 .000 €
Sup. commerciale: 70 m²
Sup. verde priv.: 3500 m²
Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Infrastrutture, Parcheggio / garage

Proprietà Croazia Dettagli

BENI CULTURALI - STORIA DELL'ARTE CROATO - PANORAMICA DELLA PREISTORIA

Nel territorio della Croazia, molti strati di culture preistoriche sono presenti, la formazione e la cui scomparsa è legata alla migrazione di gruppi etnici non identificati. I gruppi preistorici del Mediterraneo nelle regioni costiere e dei gruppi della Pannonia nelle aree continentali sviluppato culture neolitiche ed Eneolitico (Danilo, Hvar, Vucedol) e molto probabilmente le prime fasi della cultura di età dei metalli. Essi sono stati collegati al Illiri, il gruppo etnico con una fisionomia ben definita culturale e artistico. Nel periodo del loro sviluppo, i primi conflitti gravi apparso con il mondo greco (le colonie di Issa, Faros, Tragurion) e poi con la penetrazione a Roma, che si è conclusa con l'inclusione di tutta la regione nell'impero romano, nonostante la resistenza a lungo dagli Illiri. Dalmazia è stata fatta una provincia speciale, con la sua Salon capitale. I Romani hanno lasciato tracce durature nella vita sociale e la cultura di questa regione, hanno costruito strade e centri fortificati ed eretto molte città con un numerose strutture monumentali. Queste città, in particolare nelle regioni costiere, è rimasto il fondamento per l'urbanizzazione più tardi nel Medioevo (Porec, Pola, Zara, Salon-Spalato). La caduta dell'impero romano portò la sfera culturale di Bisanzio verso le regioni meridionali della Croazia, e questa nuova influenza culturale è stato espresso con una serie di monumenti da Porec (la Basilica Eufrasiana) a Dubrovnik.

La più antica testimonianza delle attività di costruzione in Croazia è apparso dopo 800 dC, ed è collegata all'accettazione del popolo del cristianesimo: si tratta di chiese di varie forme, con volte e cupole di piccole dimensioni, conservata in Nin, Omis, Ston, Trogir (S. Barbara ) e sull'isola di Krk. Come pietra vestita decorazioni, ornamenti intrecciati cominciò a svilupparsi pienamente tra i secoli 9 ° e 11 °. Armi e gioielli (orecchini, annulets) sono stati trovati in tombe Old croato, in primo luogo di origine bizantina e successivamente assumendo le indicazioni degli artigiani nazionali. Dalla seconda metà del 11 ° secolo, lo stile architettonico della basilica romanica a tre navate con absidi (cattedrali di Rab, Zadar, Trogir) apparso. Il chiostro francescano di Dubrovnik (14 ° secolo) reca la marcatura romaniche, mentre le chiese nelle regioni settentrionali tra i fiumi Sava e Drava (Belec, Glogovnica) ha visto successivi adattamenti in stile gotico. Scultura del periodo romanico è rappresentato dalle porte di legno di A. Buvina a Spalato (1214) e le porte monumentali Radovan della Cattedrale Trogir (1240) con le sue sculture, narrazioni e rilievi allegorici e ricchi ornamenti. Alla fine del 12 ° secolo, lapidi in Dalmazia ("pietre sepolcrali" - standing medievale tomba di pietra, marmo) è apparso in pietra con figure vestite robusti e non convenzionale, con scene di battaglia, caccia e danza. Ciò ha coinciso con la comparsa dei turchi, mentre l'architettura e l'arte a questo punto ha cominciato ad evolversi separatamente nelle regioni settentrionali e meridionali della Croazia: il nord sotto centrali influenze europee, il sud in Mediterraneo, in primo luogo l'arte italiana.

Gothic è apparso nel nord della Croazia, nel 13 ° secolo con la costruzione della cattedrale di Zagabria, che è stato adattato nei secoli che seguirono. Nella sacrestia, frammenti di affreschi della fine del 13 ° secolo sono stati conservati. Gotica conservato i suoi elementi tipici e semplici fino al 16 ° secolo (chiese di Lepoglava, Remete, Samobor, Topusko, Glogovnici, Vocin). Nelle regioni adriatiche, il gotico è apparso principalmente sotto forma di singole chiese navata (Trogir, San Domenico). Alla fine del 15 ° secolo, la maggior parte delle regioni costiere sono state scattate da Venezia, e le chiese, i palazzi per l'amministrazione della città e principi, chiostri, logge, campanili e fontane influenzati dal gotico veneziano è apparso: più di una semplice struttura e la costruzione , l'enfasi degli elementi decorativi è venuto alla ribalta in queste strutture. Il maestro dello stile gotico è stato Juraj Dalmatinac (George della Dalmazia), costruttore della cattedrale di Sibenik, con la sua corona scolpita di 74 capi di fisionomia caratteristica absidi della cattedrale. Ha lavorato anche a Spalato (Cappella di S. Anastasio nella Cattedrale), Dubrovnik, Zadar e Ancona, mentre Juraj seguaci di diffondere lo stile gotico veneziano in tutta la Dalmazia. Gli elementi di stile gotico pugliese ha raggiunto Korcula, e sono state prese a Dubrovnik nel 15 ° secolo da parte di Giordana Onofrio de la Cava, costruttore del vecchio Palazzo del Rettore (1435) e le due fontane. Gli elementi decorativi del gotico prevalso i portici del chiostro domenicano di Dubrovnik (1428) e nelle triforms del palazzo Cipiko a Trogir. In muratura di pietra, incisioni in legno sviluppata, un po 'in forma libera, anche se più per la creazione di mobili sacrale (stalli del coro nella cattedrale di Trogir, il lavoro di I. Budislavic). C'è un'abbondanza di opere preziose in oro volte della chiesa. Decorazione murale monumenti sono particolarmente ricche in Istria, con notevoli affreschi che si trovano in chiese in Pazin, Butoniga e Bermo (opere di Antun da Padova, 16 ° secolo). L'illuminazione ha raggiunto il suo picco nel Messale glagolitico del Duca Hrvoje, il lavoro di un maestro nazionale del 15 ° secolo.

Nel passaggio dal 15 al 16 ° secolo, il Rinascimento si forma in architettura e scultura, è apparso nella regione adriatica. Il rappresentante principale del passaggio dal Gotico al Rinascimento era A. Alesi (battistero della cattedrale Trogir). Lo scultore I. Duknovic ha creato due opere per la Cappella del Duomo, e ha lavorato anche a Roma e Budapest. La cattedrale di Sibenik è stata completata da Nikola Firentinac (Nicholas di Firenze), la sua facciata è diventato un modello per la Chiesa del Santissimo Redentore a Dubrovnik, S. Maria in Zadar e la Cattedrale Hvar. Nello spirito del Rinascimento, palazzi, arsenali e fortificazioni sono state costruite. Il Dubrovnik architetto P. Milicevic e gli artisti Andrijic da Korcula ha portato la forma rinascimentale, insieme al tardo gotico, al Palazzo Divona di Dubrovnik. La scultura Dubrovnik e il tipo di polittico dell'altare rappresentano il lavoro di M. Juncic, V. Lovrina, M. Hamzic e l'artista più meritevole tra loro, N. Bozidarovic. Molti artisti si trasferisce in Italia, dove potevano studiare e lavorare. Tra questi "Schiavoni" sono i pittori J. Culinovic, A. Medulic, il miniatore J. Klović e copperplater, Kolumic-Rota.

Nel nord della Croazia, espressione del Rinascimento è stato più modesto l'applicazione di singoli elementi architettonici. Il Barocco è stato più sottolineata, introdotto dai Gesuiti nel 17 ° secolo, dando il loro contributo all'architettura e all'interior design chiesa (Santa Caterina a Zagabria, Varazdin). In questo secolo, molte strutture gotiche ricevuto elementi barocchi; decorazione interna di chiese, altari, pulpiti. Le creazioni estremamente individualista di pale d'altare sono quelli di Zagabria master, B. Bobic. Il Barocco ha dominato nel 18 ° secolo, quando i palazzi feudali furono eretti nelle città (Oršić-Rauch a Zagabria, Patacic e Draskovic in Varazdin), mentre castelli e dimore nobiliari sono stati costruiti in campagna (Bistra, Gornja e Donja Bedekovicina , Lobor, Miljana, Brezovica). Il tardo barocco è stato rappresentato in architettura chiesa di St. Ksaver a Zagabria, in Lepoglava, Purga vicino Lepoglava, Belac (Santa Maria) Trski Vrh, Bedekovcina, Daruvar e altre strutture di piccole dimensioni, con più legno e lavorazione della pietra e illusionista-murale decorativo dipinti (I. Ranger). Nella regione adriatica, i principali monumenti di architettura barocca si vedono a Dubrovnik (Cattedrale, Chiesa di San Biagio (San Blais) e la chiesa dei Gesuiti). Essi sono stati eretti nel 18 ° secolo come una variante del gesuita romano, o meglio, barocco veneziano. Le forme delle chiese e dipinti d'altare erano principalmente forniti dai laboratori italiani. Tra i pittori nazionali, T. Kokolje spiccava nella sua individualità, mentre F. Benkovic ha lavorato esclusivamente al di fuori patria, soprattutto in Italia, Austria e Germania.

Classicismo del primo decennio del 19 ° secolo non si distinguono in forma monumentale e la portata. Le esigenze dei borghesi sono stati soddisfatti dalla intimità e modestia di Biedermeier, soprattutto in interni e mobili. Grazie a B. Felbinger, Zagabria ha ricevuto una serie di semplici e armoniche case della classe media. Con il declino del Biedermeier, V. Karas ei suoi ritratti segnò l'inizio della nuova era della pittura croata. Dalmazia visto stagnazione causata dalle circostanze politiche (la caduta della Repubblica di Dubrovnik, l'occupazione austriaca), mentre il nord della Croazia e Zagabria è diventata il focolaio di risveglio nazionale e tentativi verso lo sviluppo artistico completo, comprese le belle arti in quanto bene. Negli ultimi decenni del 19 ° secolo, alcuni pittori di talento è apparso, educato all'estero, tra cui ritratti e paesaggista F. Quiquerez e rappresentante del genere idilliaco N. Masic. Scupltor I. Rendic creato monumenti per le città e cimiteri (Gundulic, Preradovic, Kacic). Nel 1892, V. Bukovac è venuto a Zagabria, già affermato in tutto il mondo, e con il suo temperamento e agilità, ha portato con sé nuovi stimoli. Ha creato composizioni storiche e allegoriche, ritratti e studi, il suo virtuoso assimilato lo stile Paris accademico e arricchito alla luce della palette plenaria. C. Medovic rappresentate le composizioni sacrali e storico, al quale B. Cikos-Sesija ha dato un contributo più ricco in termini di colore. Fanno parte di questo circolo è stato artista grafico Menci Cl. Crncic e il paesaggio dell'artista F. Kovacevic e Slava Raskaj. Sculpture è stata rappresentata dal Franges R., che lavorava in una vasta gamma tra la creazione di monumenti e poster, e in R. Valdec, l'autore dei busti realistici (Strossmayer, Racki). Questi pittori e scultori apparsi insieme in una mostra 1898 del Salon croata, e diventano i primi professori alla Scuola delle Arti, fondata nel 1907.

All'inizio del 20 ° secolo, croato pittura ha assunto una nuova forma d'arte europea. La pittura di E. Vidovic ha segnato la liberazione dagli schemi di accademici. Ancora più decisa ad adottare un nuovo percorso, e conquistando modelation tonale nel processo, erano Racic J. e M. Kraljevic, che nella loro breve vita è riuscito a creare opere cardine per lo sviluppo dell'arte. Studiare insieme con loro presso l'Accademia di Monaco di Baviera erano Becic V. e O. Herman. T. Krizman si è distinto nel campo della grafica, provenienti dalla successione viennese. Anche prima guerra mondiale, l'associazione tra Lada e Medulic cominciato, e poi il Salone di Primavera. Il Medulic ha tentato di esprimere artisticamente i miti nazionali e di catturare i temi delle leggende nazionali, la poesia e la storia. Il loro rappresentante principale era scultore I. Mestrovic, che rapidamente ha ricevuto in tutto il mondo rispetto dovuto alle sue realizzazioni potenti. Nazionale temi erano anche oggetto di M. Racki, che ha anche illustrato Dante. Nella scultura, T. Rosandic, medaglione produttore I. Kerdic e animalista B. Deskovic è salito sopra i loro coetanei, mentre una nuova generazione di pittori sorse, guidato da Lj. Babic e J. Mise. Alla fine del secolo, l'architettura è soggetto a correnti generali dello storicismo, che gli architetti stranieri realizzati in Croazia nel loro progetto per gli edifici pubblici e privati. Resistenza alla formula è stata espressa da V. Kovacic nei suoi concetti di regolamento ed i progetti di edifici e di interni. La sua opera fu continuata dalla H. Ehrlich e il Sen. E. L'influenza della Austria-danubiana regione si concluse nel 1918. L'orientamento di Vienna-Monaco di Baviera è stato rapidamente sostituito da un inclinazione in direzione di Parigi, inaugurata da J. e M. Racic Kraljevic.

Subito dopo la fine della prima guerra mondiale, la creazione di arte è stata rappresentata dal Salone di Primavera con mostre occasionali di singoli artisti. Nell'ambito della Accademia di Belle Arti, pittori accademici M. Cl. Crncic, B. Cikos-Sesija e F. Kovacevic ha lavorato, come ha fatto medaglione produttore I. Kerdic. T. Krizman proseguito con la progettazione grafica, e V. Becic e Lj. Babic con la pittura. Mestrovic lavorato su nuovi motivi dalla poesia nazionale e leggende, temi di significato biblico e simbolico e ha creato grandi monumenti (Grgur Ninski, Strossmayer, Marulic). Nuovo significato è dato alla scultura F. Krsinic, il creatore virtuoso della figura femminile in marmo (in particolare i motivi della maternità e della musica), e M. Studin. Alla fine del 1920, il talento e la potenza di A. Augustincic apparve, nel 1930, V. Radaus, G. Antunac e I. Lozica affermato il loro talento in scultura. Nel periodo tra le due guerre mondiali, c'era un flusso e la polarizzazione nelle questioni di notevole espressione artistica. Durante la fase di ricerca frenetica, che ha rilevato il mondo occidentale artistica europea dopo il cataclisma del 1918, le tendenze dell'espressionismo e del cubismo penetrato in Croazia, ed erano evidenti nelle prime fasi del lavoro di M. Tartaglie, Z. Sulentic, V. Gecan, Dj. Tiljka e M. Trepse. Nello spirito di ideologia (di sinistra) Zemlje, K. Hegedušić fondato una scuola di pittura nel villaggio di Podravina Hlebina nel 1930, in cui i rappresentanti principali erano I. Generalic, F. e M. Virio Mraz. L'architettura è venuto a moderne concezioni in progetti e la realizzazione di molti architetti della nuova generazione con il lavoro costante riforma del V. Kovacic. Negli anni della guerra (1941-1945), la pittura si fermò, la documentazione persuasiva del periodo è stato creato da A. Augustincic, V. Radaus, M. e E. Detoni Murtic.

Di credito speciale per la diffusione dell'arte astratta è dato alla comparsa del gruppo 'EXAT 51', fondata da pittori e architetti a Zagabria nel 1951. Nel periodo post-bellico, questo gruppo si è affermata con forza nell'arte ingenua, che ha ricevuto il plauso internazionale. Con la mostra New Tendencies (1961), la vita artistica sviluppato in forma di aumento seconda avanguardia. Vari fenomeni sono stati thematicized: ambiente e arte concettuale, performance. La seconda metà degli anni 1970 ha portato la sfera della 'nuova pratica artistica'. Nel frattempo Biafra sostenuto il coinvolgimento dell'arte. L'attuale gamma di nuova figurazione ha continuato a fine degli anni 1980, il tempo del cammino verso la cosiddetta 'nuova immagine'.

I primi anni 1980 ha proposto due direzioni contrapposti rispetto alla scultura croata: il minimalismo e la nuova figurazione. L'elemento della pop-art è guidato da Z. Loncaric, V. Lipovac, Marija Ujevic. Biafra ha creato la sfera della nuova figurazione. Tendenze alla forma primaria è stata guidata da I. Kozaric. La nuova generazione, K. Kovacic, P. Bogdanić e altri cercarono nuove sfide del livello di elementare forma libera. Architettura del 1960 ha sottolineato un'aria di ambiente, gli anni '70 sono stati dominati dalle forme di pluralismo, mentre l'aspetto del post-modernismo alla fine del 1970 ha aperto il periodo di dominanza della struttura 'incomplete'.

BROKER, agenzia immobiliare team.

 

Ultimi appartamenti

Riviera di Makarska - Penthouse di sul mare
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : Consultateci
Sup. commerciale : 220 m²
Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
Riviera di Makarska - Appartamenti al mare
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 550 .000 €
Sup. commerciale : 110 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
Isola di Korcula - Appartamento al mare
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 220 .000 €
Sup. commerciale : 81 m²
Piscina, Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
isola di Ciovo - Appartamenti di lusso e casa
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 400 .000 €
Sup. commerciale : 130 m²
Sup. verde priv. : 40 m²
Piscina, Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
Korcula, Appartamento al mare, 72 m2
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 225 .000 €
Sup. commerciale : 186 m²
Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli

Ultimi case in Croazia

Isola di Hvar - Casa prima fila al mare
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 800 .000 €
Sup. commerciale : 390 m²
Sup. verde priv. : 1600 m²
Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
Peljesac - Casa / villa in riva al mare
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : Consultateci
Sup. commerciale : 200 m²
Sup. verde priv. : 405 m²
Piscina, Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Infrastrutture, Parcheggio / garage, Barbecue
Proprietà Croazia Dettagli
vicino a Omis - Casa
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 595 .000 €
Sup. commerciale : 275 m²
Sup. verde priv. : 330 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
Zona di Zara - Casa
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : Consultateci

Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
Casa vicino Pakostane
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 470 .000 €
Sup. commerciale : 186 m²
Sup. verde priv. : 250 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli

Ultimi ville in Croazia

vicino a Dubrovnik - Villa
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : Consultateci
Sup. commerciale : 300 m²
Sup. verde priv. : 680 m²
Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
Zona Rogoznica - Villa di recente costruzione vacanza
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 800 .000 €
Sup. commerciale : 195 m²
Sup. verde priv. : 887 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
vicino a Crikvenica - Villa
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 770 .000 €
Sup. commerciale : 350 m²
Sup. verde priv. : 614 m²
Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
Isola di Brac - Villa
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : Consultateci
Sup. commerciale : 763 m²
Sup. verde priv. : 692 m²
Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
villa vicino a Crikvenica
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 900 .000 €
Sup. commerciale : 640 m²
Sup. verde priv. : 1060 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli

Ultimi terra in Croazia

Terra prima fila al mare - Rogoznica
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 250 .000 €
Sup. commerciale : 100 m²
Sup. verde priv. : 400 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare, Infrastrutture
Proprietà Croazia Dettagli
2011/51 island of Brac, building plot with project
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 345 .000 €
Sup. commerciale : 370 m²
Sup. verde priv. : 590 m²
Piscina, Terrazza, Prima fila al mare, Vista del Mare, Parcheggio / garage
Proprietà Croazia Dettagli
isola di Korcula. terreno edificabile
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 200 .000 €
Sup. verde priv. : 500 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare, Infrastrutture
Proprietà Croazia Dettagli
isola dei fini turistici Terreno edificabile Pag + Terreno agricolo
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : Consultateci
Sup. verde priv. : 67000 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare
Proprietà Croazia Dettagli
Rogoznica - terreno edificabile con rudere
Proprietà Croazia Dettagli
Prezzo di vendita : 255 .000 €
Sup. commerciale : 70 m²
Sup. verde priv. : 620 m²
Prima fila al mare, Vista del Mare
Proprietà Croazia Dettagli